mercoledì 29 febbraio 2012

Non solo ritratti.

Immaginiamo di accedere lungo corridoi di antiche dimore lussuose decorati con filari di busti di marmo dei più famosi marmisti di tutti i tempi. Tra di essi figurano eroi nazionali, re, regine, statisti, scienziati...

Di Giuliano Finelli. Maria Duglioli Barberini. ca. 1626.


Osservate la sublime tecnica scultorea esibita nei ricami dei merletti del Busto di Maria Barberini Duglioli (1626). Nelle  botteghe seicentesche l’opera d’arte era  in realtà il frutto di diverse mani: dal lavoro dello sbozzatore che sgrossava il blocco di marmo a quello dello scalpellino specializzato nelle rifiniture.

Giuliano Finelli era molto  meticoloso,  scolpiva anche i più piccoli dettagli.

Di Jean-Baptiste Lemoyne "Madame Adélaïde" figlia di Luigi XV di Francia ca. 1750-1755.

Il busto di Madame Adelaide, la terza figlia di Luigi XV, è stato recentemente acquistato dal Louvre.
Jean-Baptiste Lemoyne è riuscito a mostrare la maestosità regale del modello. La signora Adelaide posa con la semplicità del suo rango illustre. L'abito è disadorno, gli ornamenti sono solo un gioiello disegnato sul corpetto e il fermaglio del panneggio sopra la spalla destra. L'ampio e morbido tessuto avvolge il busto e ricade sul piedistallo. Le pieghe scavate, sono di grandi dimensioni e  creano un gioco di ombre e di luci.









Augustin Pajou. Busto di Elisabeth Vigée Le Brun. 1783. 


Augustin Pajou (1730-1809 ) è stato uno dei più famosi scultori francesi della seconda metà del 18 ° secolo.


Di Alessandro Algardi "Ritratto in terracotta di Benedetto Pamphilj". 1640s.

L'aristocrazia romana ritrovava nello stile di Alessandro Algardi, il modo migliore per esprimere la propria dignità e nobiltà.




Di Louis-Francois Roubiliac "Busto di  Isaac Ware" ca. 1741


Louis-Francois Roubiliac  era tra i più noti e ricercati scultori del suo tempo, la larga fama di cui  godette in Inghilterra è legata alla sua abilità nel ritratto e alle innovazioni compositive ed espressive dei suoi monumenti funebri. 





Di Jean-Antoine Houdon "Busto di Voltaire."1781.


Sempre di Jean-Antoine Houdon "Busto di Thomas Jefferson." 1789




Di Jean-Antoine Houdon "Robert Fulton" inventore della nave a vapore.ca. 1803.
Jean-Antoine Houdon (Parigi, 1741-1828) scultore francese è stato forse, il più amato dal pubblico.
Tra il 1777 e il 1778 Houdon eseguì circa 40 busti con forte evidenza anatomica ed espressione psicologica.


Citazione del post:
Quando verrà il momento catturerò il firmamento e lambirò le nubi. Prenderò in prestito la bufera, lasciandomi alle spalle lacrime zampillanti. Alba senza rugiada. Abitata dalla tenacia sarò intrisa come il pane del tempo. Noncurante della briciole diffonderò l’ombra luminosa sul mio essere, che farò gocciolare come il dolce miele: punto dopo punto, bacio dopo bacio.

5 commenti:

ziapolly ha detto...

Sono capolavori veri e propri, perfetti in ogni dettaglio e sembra, per alcuni di loro, mancare solo la parola. A presto Paola

Susanna Zanchi ha detto...

Cara duchessa il tuo blog e' "favoloso"ti seguo sempre ciao!!

incasadisilvia ha detto...

Il busto di Elisabetta è fantastico!
Un caro abbraccio...
Silvia

MeryBimbaDark ha detto...

Buonasera Duchessa , che meraviglia questi capolavori ,sono unici !!! Ti lascio la buonanotte un bacio a presto cara =) .

lory ha detto...

la perfezione!!!!!!!! grazie un abbraccio Lory